Impeachment Trump: sei ore di dibattito prima del voto | Il presidente: messo sotto accusa ma non ho fatto niente

Eʼ arrivato il giorno del giudizio per il presidente americano. Intanto migliaia di persone sono scese in piazza chiedendo la messa in stato di accusa

I democratici hanno stabilito la tabella di marcia per il voto sulla messa in stato di accusa di Donald Trump. Prima del voto sull’impeachment del presidente alla Camera ci saranno sei ore di dibattito e ognuno dei due articoli sarà votato separatamente. Una volta che i deputati si saranno espressi sulla messa in stato di accusa di Trump, la Camera procederà al voto sui manager del processo di impeachment al Senato.

Intanto migliaia di persone sono scese in piazza in diverse città, da Boston a New York passando per Charlotte e Philadelphia, per protestare contro il presidente. “Il regime Trump/Pence deve essere smantellato”. E ancora: “Mettere in stato di accusa Trump e rimuoverlo”. Sono alcuni dei cartelloni agitati dai centinaia di manifestanti che chiedono l’impeachment e sostengono i democratici.

 

Usa, impeachment Trump: migliaia di persone in piazza contro il presidente

 

La camera si riunirà intorno alle 9 del mattino locali, ore 15 italiane. Ci sarà un dibattito di circa un’ora sulle regole delineate per la votazione, e i deputati saranno chiamati a esprimersi al riguardo: la loro approvazione è data per scontata. Intorno alle 10 del mattino, ore 16 italiane, dovrebbero iniziare le sei ore di dibattito per l’impeachment al termine delle quali saranno votati i due articoli. Una volta che i deputati si saranno espressi, la Camera procederà al voto sui manager del processo di impeachment al Senato.

 

In attesa del voto il presidente americano ha mandato una durissima lettera alla speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi. “Nessuna persona intelligente crede a ciò che state dicendo – ha scritto Trump -. Se andate avanti con questa sciarada dell’impeachment la storia vi giudicherà senza pietà”.

 

Trump: “Messo sotto accusa ma non ho fatto niente”“Riuscite a credere che oggi sarò messo sotto accusa dalla sinistra radicale, e dai fannulloni democratici, e non ho fatto niente! Una cosa terribile. Leggete le trascrizioni. Questo non dovrebbe mai più succedere ad un altro presidente. Dite una preghiera!”, ha poi scritto Trump su Twitter.