Alfonso Signorini è innamorato. A svelarlo in un’intervista è stato proprio il conduttore del GF Vip che ha raccontato di essere legato a una persona. Nel corso del reality, il giornalista aveva affermato di essere single, ora sembra però che la situazione sia cambiata drasticamente.

In occasione del suo compleanno, Signorini ha spiegato all’Adnkronos di essere innamorato. “Oggi festeggerò il mio compleanno – ha detto – mettendomi stasera in conference call con il mio compagno e spegnerò le candeline con una Sacher preparata da me e una bella bottiglia di vino. Durante questo periodo di quarantena ho scoperto di essere bravissimo a fare le torte”.

Geloso della sua privacy, Signorini non ha mai raccontato nulla sulla sua vita privata. Il conduttore del GF Vip ha sempre dichiarato di essere bisex e nel suo passato ci sarebbe anche un brevissimo flirt con Valeria Marini. L’unico amore conosciuto del suo passato è quello per Paolo Galimberti, politico e imprenditore, Vice Presidente Tesoriere di Forza Italia in Lombardia. I due hanno vissuto un’intensa love story, durata molti anni. Fu proprio Paolo a spingere Alfonso a fare coming out con la sua famiglia, non a caso è stato una delle persone più importanti nell’esistenza del giornalista.

Attualmente il conduttore vive a Milano, da solo, ma non è noto dove viva il compagno. L’identità resta un mistero e Signorini non ha voluto svelare niente di più riguardo la persona che ha conquistato il suo cuore, regalandogli il sorriso.

“Penso che l’innamoramento sia qualcosa di limitato nel tempo – aveva raccontato qualche tempo fa sul settimanale Grazia -. Quando capita, ci sentiamo più vulnerabili ma esaltati: la passione fisica ci stravolge, siamo poco concentrati nel lavoro. L’intimità che si costruisce con la quotidianità, i litigi, le rotture e con la consapevolezza che dell’altra persona non riesci più a fare a meno”.

“Ma l’intimità diventa routine, non è gratificante al cento per cento – aveva aggiunto -. La passione è venuta meno, e ti ritrovi a un bivio: devo accontentarmi di questa complicità o devo inseguire sempre la passione? Decido davvero di sacrificarmi in nome di questo amore, perché è un sentimento comunque bellissimo, perché lui se lo merita e perché è sempre presente quando tutti gli altri se ne vanno, oppure devo sfogare la parte di me più assetata di emozioni? Alla fine io mi rispondo che l’amore non merita tanto sacrificio”.