entre in Cina continua ad aumentare il bilancio delle vittime del coronavirus, anche in Italia si avverte un effetto psicosi collegato al diffondersi della malattia. Lucia Hui King, portavoce della comunità cinese a Roma, ha denunciato un episodio di razzismo subito ieri dalla sorella a Torino: mentre entrava con il marito e la figlia in un locale del centro città, alcuni clienti uscendo avrebbero indirizzato alla famiglia una frase razzista.

“Andiamocene che questi portano la Sars” avrebbe detto il gruppetto. La donna non ha reagito ma, un po’ scossa, ha raccontato il fatto alla sorella poco dopo, che ha deciso di denunciare pubblicamente la vicenda. “Sono episodi sgradevoli, ci auguriamo che tutto questo abbia una fine”, ha spiegato King raccontando la vicenda. La famiglia sostiene di non aver mai subito episodi di razzismo di alcun genere: le due sorelle sono arrivate in Italia quando erano molto piccole e parlano perfettamente italiano.

L’episodio arriva proprio nel mezzo delle celebrazioni per il Capodanno Cinese 2020, che si chiudono oggi a Torino. A Roma sono state annullate, non per effetto dell’allarme sulla malattia ma per rispetto dei connazionali che stanno affrontando gli effetti del coronavirus in patria, spiegano gli organizzatori.