• ANSA.it
  • Umbria
  • Mattarella ad Assisi per ricevere la Lampada della pace: ‘E’ riconoscimento all’Italia’

Mattarella ad Assisi per ricevere la Lampada della pace: ‘E’ riconoscimento all’Italia’

‘La Repubblica ha sempre ricercato la pace’, ha sottolineato il Capo dello Stato

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto dai frati del Sacro Convento di Assisi la Lampada della pace. Lo ha fatto nel corso di una cerimonia nella Basilica superiore di San Francesco. A consegnare la Lampada al Capo dello Stato è stato il custode del Sacro Convento padre Mauro Gambetti. Il riconoscimento è già stato assegnato in passato al presidente della Repubblica di Colombia Juan Manuel Santos, alla cancelliera tedesca Angela Merkel e al Re di Giordania Abdullah secondo.

“Noi cerchiamo uomini umili e saggi per governare, che non amino il protagonismo dei narcisisti, non facciano continuamente propaganda” ha detto padre Gambetti. Che nel suo intervento ha richiamato la figura di Liliana Segre. Il nome della senatrice a vita è stato accolto da un applauso di tutta la Basilica. “Siamo onorati e fieri di consegnare la Lampada a un italiano come lei, presidente Sergio Mattarella” ha detto ancora il custode.

IL VIDEO

C’è anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in rappresentanza del Governo, ad Assisi per la cerimonia di consegna della Lampada della pace. Nella Basilica superiore di San Francesco anche il presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve.

Interpreto la consegna della Lampada della pace come un riconoscimento all’Italia“, ha detto Mattarella. “Una Repubblica che ha sempre ricercato la pace, anche nei Paesi vicini” ha aggiunto il Capo dello Stato. “Da anni l’Italia svolge una politica attiva per la pace nel mondo” ha sottolineato Mattarella. “Il dialogo, l’incontrarsi, il conoscersi e parlare è la strada per la pace”, ha detto ancora Mattarella dopo avere ricevuto ad Assisi la Lampada dai frate del Sacro Convento. Il Capo dello Stato ha quindi sottolineato che “costruire insieme il futuro è il vero tessuto della pace”.